Parrocchia San Paolo della Croce


"Guardate il prossimo nel Costato di Gesù:
così l’amerete con amor puro e santo"
San Paolo della Croce
 
Manduria
 




CONCERTO DI NATALE 2019
28 Dicembre 2019

*****

Si ringraziano di cuore tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questa bellissima serata: il coro degli adulti e dei bambini insieme al loro maestro Christian Giuliano, gli Allievi della Scuola Musicale Parrocchiale insieme ai loro maestri Giuseppe De Luca e Giacomo Doria, gli Allievi della scuola "Prospettiva Danza" di Manduria con la loro maestra Mimma Buccolieri, i piccoli che hanno recitato le poesie in dialetto manduriano, la presentatrice della serata, il nostro simpaticissimo Babbo Natale, tutte le catechiste e infine, non di certo per importanza, il nostro Parroco Padre Pietro insieme al Superiore e la Comunità Passionista tutta che ci hanno permesso di organizzare questo bellissimo Concerto.


 

 


 

 


 

 


 

 


 


 



Il Regalino donato da Babbo Natale
a tutti i bambini





SANTO NATALE
25 Dicembre 2019

*****

«Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia» (Lc 2, 1-14)
Dio ci sorprende! Nasce nel luogo più povero per essere un Dio prossimo ad ogni uomo.
GESÙ BAMBINO dona luce ed è ben visibile attraverso le porte ormai spalancate della chiesa.



 

 

La nostra bellissima chiesa




QUARTA DOMENICA DI AVVENTO
22 Dicembre 2019

*****

«A lui sarà dato il nome di Emmanuele, che significa “Dio con noi”» (Mt 1, 23)
Dio ci dona Gesù, suo Figlio, perché stia con noi e noi possiamo imparare a fidarci di Luire nasce lagioia che ci fa dire: grazie!
Il cartellone di oggi: CANDELA CON VANGELO. Gesù ha vissuto una vita come la nostra e ci ha insegnato a chiamare Dio “Padre Nostro”
I bambini che quest'oggi hanno animato la Liturgia appartengono alla "quinta classe" di Catechismo.



 

 



TERZA DOMENICA DI AVVENTO
15 Dicembre 2019

*****

"Non temere, Maria, perchè hai trovato grazia presso Dio" (Lc. 1, 30).
«I ciechi riacquistano la vista... ai poveri è annunciato il Vangelo» (Mt 11, 5)
Guardiamo a cosa ha detto e ha fatto Gesù, e scopriremo delle belle sorprese!
Il segno della Terza Domenica di Avvento: la candela con il cuore.
Nella certezza cheDio agisce sempree solo a favoredell’uomo, nel nostrocuore nasce lagioia che ci fa dire: grazie!
Il cartellone di oggi: Noi, una Chiesa dal cuore grande! (Essere Chiesa è gioire per l’amore che Gesù ci dona, è aprirsi alla misericordia e al perdono)
I bambini che quest'oggi hanno animato la Liturgia appartengono alla "quarta classe" di Catechismo.


 

 

 

 



SECONDA DOMENICA DI AVVENTO E FESTA DELL'IMMACOLATA CONCEZIONE
8 Dicembre 2019

*****

"Non temere, Maria, perchè hai trovato grazia presso Dio" (Lc. 1, 30).
Maria ha cambiato molte cose in Lei, per accogliere Gesù.
Segno di questa seconda Domenica di Avvento: la candela con la pala. Dimostriamo con i fatti che abbiamo intenzione di cambiare vita.
Il cartellone di oggi: Noi, una Chiesa in cambiamento (essere Chiesa è imparare a cambiare e a migliorare per accogliere Gesù).
I bambini che quest'oggi hanno animato la Liturgia appartengono alla "terza classe" di Catechismo.


 

 

 

 



PRIMA DOMENICA DI AVVENTO
1 Dicembre 2019

Il nostro Slogan per questo Tempo di Avvento: "Sentirsi ed essere Chiesa"
*****

Lo slogan scelto per questo Tempo di Avvento, che invita a vivere l'attesa del Natale è: "Sentirsi ed essere una Chiesa".
Il cammino chiede di impegnarci tutti a "crescere nella comunione" e ad "essere cristiani che si sentono e costruiscono una comunità viva".
Gli slogan altro non sono che le principali caratteristiche della Chiesa sognata e voluta da Gesù: una Chiesa attenta, in cambiamento, dal cuore grande, che si fida di Dio, in festa e aperta a tutti.
"Vegliate dunque, perchè non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà" (Mt. 24, 42). La Parola del Vangelo suona la sveglia: vegliate!
Segno di questa prima Domenica: candela con sveglia. Apriamo gli occhi, impariamo a cogliere intorno a noi la novità di Dio che ci viene incontro. I bambini che quest'oggi hanno animato la Liturgia appartengono alla "seconda classe" di Catechismo.


 

 

 

 



PETTOLATA IN PARROCCHIA
23 Novembre 2019

*****

Si ringraziano i ragazzi del Post-Cresima e il Gruppo dei Giovanissimi per l'ottima riuscita della serata; ringraziamo di cuore il Prof. Francesco Desantis per la cura e la dedizione che ci ha messo nel preparare le ottime pettole e il Prof. Giuse De Luca per l'attenta organizzazione!
Un grazie inoltre lo rivolgiamo a tutti i bambini/ragazzi del Catechismo insieme ai loro genitori che, con entusiasmo, hanno partecipato a questa serata!!!!


 





FESTA DI SAN PAOLO DELLA CROCE
Solenne Celebrazione Eucaristica in onore di San Paolo della Croce e inizio Ufficiale dell'Anno Catechistico
Processione con il Simulacro del Santo per le strade di Manduria
Festa e Spettacolo Pirotecnico

20 Ottobre 2019

*****

Oggi, Domenica 20 Ottobre, abbiamo festeggiato solennemente il nostro Santo *San Paolo della Croce* con la Celebrazione Eucaristica delle ore 10.30, presieduta dal Superiore della Comunità Passionista di Manduria, Padre Maurizio, dal Parroco Padre Pietro e da Confratel Gaetano. Durante questa celebrazione è stato dato "l'inizio ufficiale all'anno catechistico" attraverso la Liturgia del Mandato ai Catechisti della Parrocchia. Subito dopo la Santa Messa, il suono melodioso dell' "Orchestra di Fiati" - Franco Erario di Manduria, ha dato Solennità al Santo omaggiandolo di sacri testi melodici; alle ore 18.30, subito dopo la Santa Messa serale, abbiamo partecipato alla Solenne Processione con il Simulacro del Santo, per le strade della nostra città di Manduria! Commovente il saluto del Santo al passaggio di ogni chiesa, che per l'occasione, suonava le campane a festa in segno di gioia e onore per San Paolo della Croce! Al rientro della processione abbiamo assistito ad un bellissimo spettacolo pirotecnico a cura della ditta Truppa Giuseppe di Latiano. Si ringraziano di cuore tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questa bellissima festa in onore di San Paolo della Croce.


 

 

 


 


 

Processione per le strade di
Manduria

 

 

 


Ringraziamenti e Benedizione

 

Fuochi Pirotecnici
Visualizza il Video





SOLENNE CELEBRAZIONE EUCARISTICA IN ONORE DI SAN PAOLO DELLA CROCE
13 Ottobre 2019 - Inizio Solenne Settenario

*****

Sono iniziati oggi, Domenica 13 Ottobre, i solenni festeggiamenti in onore del nostro Santo *San Paolo della Croce*, Fondatore e Protettore della Grande Famiglia Passionista. La Santa Messa serale è stata presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Vincenzo Pisanello, Vescovo di Oria, da Padre Maurizio Superiore della Comunità Passionista di Manduria, dal Parroco Padre Pietro, da Padre Cosimo e da Confratel Gaetano. Viviamo intensamente questi giorni che precedono la grande Festa Liturgica del 20 Ottobre pregando il nostro Santo San Paolo della Croce perchè continui a intercedere per tutti noi presso il Signore Nostro Gesù Cristo!


 






Discorso di "Benvenuto al Vescovo"
del Superiore Padre Maurizio





Momenti della Santa Messa





Momenti della Santa Messa





Saluti e ringraziamenti
del Parroco Padre Pietro



ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE E FESTA DI MARIA ADDOLORATA
14 e 15 Settembre 2019

*****

 




FESTA DEL SANTO PATRONO DI MANDURIA "SAN GREGORIO MAGNO"
3 Settembre 2019

*****

 




SACRAMENTO DELLA CONFERMAZIONE
Domenica 23 Giugno 2019

*****

Oggi la Parrocchia è stata in festa per i nostri ragazzi di seconda media che hanno ricevuto in dono lo Spirito Santo attraverso il "Sacramento della Confermazione". La Liturgia è stata presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Vincenzo Pisanello, vescovo di Oria, insieme al nostro Parroco Padre Pietro e a due altri Padri Passionisti. Sull'altare era presente un bellissimo "faro" creato e costruito con tanto amore e dedizione da una mamma di un ragazzo che oggi ha ricevuto la Santa Cresima. Il faro sta a simboleggiare "la guida di cui tutti abbiamo bisogno nella nostra vita, nostro Signore!".






I Cresimandi insieme ai loro padrini e
alle loro madrine





Momenti della celebrazione, il coro insieme al loro maestro Christian





Momenti della celebrazione





Letture





Lettura del Vangelo da parte
di Padre Cosimo Carruggio





Omelia del Vescovo tra i ragazzi





Sequenza allo Spirito Santo
Vieni, Santo Spirito, manda a noi dal cielo un raggio della tua luce.
Vieni, padre dei poveri, vieni, datore dei doni, vieni luce dei cuori.
Consolatore perfetto, ospite dolce dell'anima, dolcissimo sollievo. Nella fatica, riposo, nella calura, riparo nel pianto, conforto. O luce beatissima, invadi nell'intimo il cuore dei tuoi fedeli. Senza la tua forza, nulla è nell'uomo, nulla senza colpa. Lava ciò che è sordido, bagna ciò che è arido, sana ciò che sanguina. Piega ciò che è rigido, scalda ciò che è gelidio, drizza ciò che è sviato. Dona ai tuoi fedeli che solo in te confidano i tuoi santi doni. Dona virtù e premio,dona morte santa, dona gioia eterna.
Amen.





La Crismazione






Preghiera dei fedeli
letta da due ragazzi (che avevano
da poco ricevuto lo Spirito Santo),
dalla loro catechista, da una
mamma e da un padrino





Preghiera dei fedeli di due ragazzi, la catechista, una mamma ed un padrino





Offertorio





Momento Eucaristico

"Il Corpo e il Sangue di Gesù"





La Preghiera del Padre Nostro
e il "Ringraziamento" di una mamma





La Foto di gruppo e il ricordino

Visualizza il video della Cresima 2019

E furono pieni di Spirito Santo: Andrea, Carmen, Damiano, Francesca, Francesco, Gabriele, Giulia, Giuseppe, Lorenzo C, Lorenzo E., Marie, Niccolò, Simone, Venice e Valentina. Continuiamo a pregare per i nostri ragazzi, perchè ora, pieni di Spirito Santo, possano essere autentici testimoni dell'amore di Dio per tutta la loro vita. Tantissimi auguri di cuore a tutti i ragazzi, alla loro catechista Anna Maria P. che li ha guidati per tutti questi anni di cammino catechistico, ai loro educatori Giuseppe e Giorgio, ai loro padrini e alle loro madrine e infine, non certo per importanza, ai loro genitori che come sempre si sono resi disponibili alle esigenze della Parrocchia e dei ragazzi stessi. Auguri a tutti...




GREST 2019
12 - 13 - 14 e 15 Giugno

*****

Anche quest'anno la nostra Parrocchia ha presentato il "Grest 2019" per i bambini dai sei ai tredici anni. Il tutto è stato organizzato in maniera ineccepibile dal gruppo dei "Giovanissimi" che hanno poi animato le stesse giornate, coordinati dal Prof. Giuse De Luca e ovviamente dal nostro Parroco Padre Pietro. Il "Grest" di quest'anno, come ogni anno del resto, ha avuto una tematica ben precisa basata sul cartone animato "Ralph Spacca Internet"... ogni giorno, il tempo a disposizione è stato diviso in cinque parti: la preghiera, i balli di gruppo, una parte del film, i giochi a squadre e il tempo della merenda!
Abbiamo vissuto dei momenti molto divertenti insieme ai nostri bambini, nei quali abbiamo anche cantato e pregato per il Signore!
L'ultimo giorno di Grest, dopo aver giocato ed eletto la squadra vincente, abbiamo assistito alla Celebrazione della Santa Messa nel giardino antistante la chiesa; subito dopo il nostro parroco ci ha fatto una bellissima sorpresa!!! A bordo di una macchina cabrio, hanno fatto ingresso nel giardino i mitici personaggi della Disney, Minnie e Topolino, per la gioia di grandi e piccini! E.............. subito dopo...................la "Festa di fine anno catechistico" con tantissimi dolci per tutti e la bellissssssssssima torta preparata con cura e tantissimo amore da parte di Tiziana!!!!!
Si ringraziano di cuore tutti coloro che si sono adoperati alla realizzazione ed organizzazione di questo bellissimo evento: il "Gruppo dei Giovanissimi", il coordinatore Giuse De Luca, i ragazzi addetti alla musica, Christian, il Gruppo delle Catechiste ed infine, non certo per importanza, il nostro Parroco Padre Pietro!!! Inoltre si ringraziano con immenso affetto i tantissimi bambini che hanno partecipato a questi quattro giorni di giochi, insieme ai loro genitori, che come sempre si sono resi disponibilissimi per l'ottima riuscita dell'evento.
Grazie a tutti di cuore e buona estate...











Accoglienza e balli di gruppo





La preghiera e la riflessione





La visione del film





I vari giochi





 





Celebrazione Santa Messa





L'arrivo di Minnie e Topolino





Le squadre e gli animatori
con Minnie e Topolino





Le squadre e gli animatori
con Minnie e Topolino





The Winner Is...
La squadra dei "ROSSI"





Foto di gruppo, la festa e
la bellissima torta





I giochi dei bambini e dei
ragazzi insieme ai genitori

Visualizza il video del Grest 2019




GIORNATA PARROCCHIALE DI SPIRITUALITA'
presso la Parrocchia San Valentiniano Vescovo a Banzano di Montoro (AV)
2 Giugno 2019


*****

In questa bellissima domenica di Giugno, con immensa gioia e tantissimo entusiasmo, ci siamo recati a Banzano di Montoro (AV) per andare a trovare i nostri amici della Parrocchia San Valentiniano Vescovo insieme al loro Parroco Don Adriano D’ Amore; sono ormai 2 anni che ci lega questa profonda amicizia e preghiamo il Signore perchè possa continuare nel tempo!!! Abbiamo vissuto tutti insieme una giornata di intensa spiritualità, di preghiera e di fraternità... Abbiamo assistito alla Santa Messa domenicale, in occasione della Festa dell'Ascensione di nostro Signore, resa ancora più solenne per la presenza di Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Gerardo Pierro, in occasione della celebrazione del Sacramento della Santa Cresima impartita ad alcuni ragazzi della Parrocchia.
Come sempre, vogliamo ringraziare il Parroco Don Adriano D'Amore insieme a tutti i suoi parrocchiani per la calorosissima ed affettuosissima accoglienza; ogni volta rimaniamo sempre più sbalorditi positivamente: l'ottima e gustosissima colazione, il pranzo al ristorante, la bellissima torta, i gustosissimi dolci: "Grazie di cuore a tutti!!!". Grazie anche per la bellissima musica tradizionale suonata da un vostro simpaticissimo ragazzo! Nel pomeriggio, dopo i saluti, ci siamo recati a Solofra a visitare la Collegiata di San Michele Arcangelo, dove ci aspettava il Parroco che ci ha spiegato in maniera dettagliata le bellezze interne della chiesa stessa.


 


Momenti e scatti della Santa Messa





 

Il vescovo Mons. Gerardo Pierro,
Don Adriano e Padre Pietro

Momenti e scatti
della Celebrazione Liturgica.

Sopra, l'altare con
i 7 Doni dello Spirito Santo,
in occasione della
celebrazione della Santa Cresima.




 



Il bellissimo quadro dipinto da un nostro Parrocchiano di Manduria e donato a Don Adriano


 

Foto di gruppo


 

Momenti e scatti al ristorante



 

Collegiata San Michele Arcangelo Solofra

La nostra bellissima compagnia!!!

Grazie ancora a Don Adriano e a tutti i suoi parrocchiani per la stupenda e calorosa accoglienza.
Grazie al nostro Parroco Padre Pietro per il viaggio organizzato e grazie a tutta la nostra divertentissssssssima compagnia!!!!



SACRAMENTO DELLA PRIMA COMUNIONE
Domenica 26 Maggio 2019

*****

In questa bellissima domenica di Maggio, i nostri bambini di quarta elementare hanno ricevuto nel loro cuore e per la prima volta, il corpo del Signore, attraverso il Sacramento della Prima Comunione. Insieme ai genitori dei bambini abbiamo vissuto tutti insieme, una liturgia molto emozionante, stretti in preghiera ai loro figli, visibilmente emozionati e contenti! Ringraziamo il Signore per questo stupendo dono d'amore e continuiamo a pregare per loro perchè questo Primo ed importante incontro con il Signore duri per tutta la vita!


 

Ingresso dei bambini in chiesa

 


I bambini, una volta sistematisi ai loro posti, hanno recitato insieme la "preghiera del girasole"; il girasole ha la caratteristica di girarsi e posizionarsi in direzione del sole... sole che, nella nostra vita, deve essere nostro Signore. Sull'altare era presente un'ostia gigante con su appesi diciannove cuori contenenti i nomi dei bambini; ai piedi della grande ostia c'era una composizione floreale di girasoli.


 

Preghiera e presentazione dei bambini
da parte delle catechiste


 

Preghiera dei fedeli: Dona, Signore,
la tua luce e la tua pace.

 


O F F E R T O R I O

La Pisside, il Calice, le Spighe ed il Pane, Il Vino e l' Uva, i Fiori, il Cero, il Libretto del Catechismo e le Ceste Offertoriali.

Sono stati presentati diversi doni portati in processione da alcuni bambini e da alcuni genitori!



 

Momenti e alcuni scatti della
Prima Comunione

 

Momenti e alcuni scatti della
Prima Comunione

 

Momenti e alcuni scatti della
Prima Comunione

 

Alcuni scatti della consegna del regalino e della pergamena

 

Oggi hanno ricevuto il
Sacramento della Prima Comunione:

Davide, Crizia,
Martina, Lorena,
Sara, Jacopo Cosimo,
Marco, Marina,
Daniele, Giulia,
Alberto, Alessandro,
Francesca, Ludovica,
Marco, Mirko,
Matteo, Mauro Antonio
Alberto

Grazie Signore Gesù per il Tuo
preziosissimo dono!!!

"Io sono il pane della vita: chi viene a me non avrà fame e chi crede in me, non avrà sete, mai!"


 

FOTO DI GRUPPO

Vi riportiamo la foto di gruppo dei bambini insieme ai loro genitori, le loro catechiste: Maria Rosaria, Tamara e Francesca e il Parroco Padre Pietro.

Si ringraziano tutti coloro
che hanno collaborato per la
realizzazione di questa
importantissima giornata,
in cui i nostri bambini di quarta elementare hanno ricevuto per la
prima volta, il Corpo di Gesù.

Auguri di cuore a tutti i bambini,
ai loro genitori, alle loro famiglie,
alle loro Catechiste e a tutta la Comunità Parrocchiale oggi in festa!!!


 

Si ringrazia vivamente tutto
il "Coro" insieme al loro
Maestro Christian,
per aver reso ancora più solenne
la Liturgia odierna!!!



PEREGRINATIO MARIE MESE DI MAGGIO
La nostra bellissima Madonnina

*****

In tutto il mese di Maggio, la statua della nostra bellissima Madonnina, viene ospitata e pregata in diverse case facenti parte del territorio parrocchiale. Tutte le famiglie ospitanti, con grande devozione nei riguardi della Madonna, adornano con cura e tantissimo amore la stessa Madonnina rendendola ancora più bella. Vi riportiamo di seguito alcune foto! Ringraziamo di cuore tutte quante le famiglie che hanno ospitato e pregato insieme la Madonna!


 


La statua della Madonnina
presso una famiglia della
nostra parrocchia


La Meravigliosa Potenza del Santo Rosario

"Vi esorto a rileggere e a meditare il messaggio che la Madonna rivolse parlando a noi della potenza ed efficacia che il Santo Rosario ha sempre sul Cuore di Dio e su quello Figlio suo. Ecco perché la Madonna stessa nelle sue apparizioni prende parte alla recita del Rosario, come nella grotta di Lourdes con S. Bernardetta e a Fatima con me, Francesco e Giacinta. E quando il rosario scorre nelle vostre mani gli angeli e i santi si uniscono a voi. Mai come oggi, il mondo ha bisogno del vostro rosario. Ricordate che sulla terra vi sono coscienze prive della luce della fede, peccatori da convertire, atei da strappare a satana, infelici da soccorrere, giovani disoccupati, famiglie nel bivio morale, anime da strappare all'inferno. E' stato tante volte, la recita di un solo Rosario a placare lo sdegno della divina giustizia, ottenendo sul mondo la Misericordia divina e la salvezza di tante anime.
Solo così affretterete l'ora del trionfo del Cuore Immacolato della Madonna sul mondo."

Ave, Maria, grátia plena,
Dóminus tecum.
Benedícta tu in muliéribus,
et benedíctus fructus ventris tui, Iesus.
Sancta María, Mater Dei,
ora pro nobis peccatóribus,
nunc et in hora mortis nostrae.

 



CELEBRAZIONE EUCARISTICA AL SANTUARIO DI SAN COSIMO ALLA MACCHIA
Giovedì 9 Maggio

*****

Giovedì 9 Maggio, sono iniziati i pellegrinaggi dei diversi paesi facenti parte della nostra Diocesi di Oria, in preparazione alla Festa della Perdonanza dei Santi Medici del 23 Maggio prossimo. La Celebrazione Eucaristica della giornata odierna è stata animata dai sacerdoti delle Parrocchie della città di Manduria e di Uggiano.


 


Santi Medici:

San Cosimo e San Damiano


 


Celebrazione dei Sacerdoti delle
Parrocchie di Manduria
e di Uggiano




SACRAMENTO DELLA PRIMA CONFESSIONE
5 Maggio 2019

*****

In questa prima domenica di Maggio, nella nostra bellissima chiesa, abbiamo celebrato il Sacramento della "Prima Confessione" per i nostri ventitrè bambini di terza classe. Si sono accostati per la prima volta al Sacramento della Riconciliazione avendo da Gesù la gioia del Suo perdono. Il Vangelo scelto per l'occasione è stato quello dell'Evangelista Luca riguardante la storia di Zaccheo, un pubblicano esattore delle tasse, piccolo di statura che, spinto da una misteriosa curiosità ed un grande desiderio di conoscere Gesù, cerca un simpatico rimedio per potersi innalzare fisicamente potendo così incontrare lo sguardo di quest' uomo di cui tanto aveva sentito parlare.






Zaccheo cerca qualcosa, cerca qualcuno che lo perdoni, che gli dica che la sua vita è salva. Allora si precipita sul sicomoro, ma poi scende dall'albero per annullare ogni distanza e per poter accogliere Colui che restituisce la vita nuova. Per accogliere Gesù non occorre salire in alto, ma semplicemente fare spazio nel proprio cuore facendo entrare nella propria vita ciò che è veramente "Essenziale" che alle volte è invisibile ai propri occhi. "Non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi" è una celebre frase che ritroviamo nel famoso libro intitolato: "Il piccolo principe"






Letture delle Catechiste





Omelia del Parroco





Esame di Coscienza

e preghiera letta da alcuni bambini:

"Tu che ci vuoi bene,

perdonaci o Signore!"






I bambini si sono disposti in cerchio accanto al sacerdote, vicino ad un tavolino sul quale erano appoggiate alcune stelline che al momento, ancora non brillavano perchè ricoperte da una patina. La stella stava a ricordare ognuno di noi, che brilla di una luce propria perchè il Signore ci ha creati a Sua immagine. Ogni volta però che noi commettiamo il peccato, questa luce brillante viene a spegnersi divenendo "buio" nella nostra vita. Attraverso la "Confessione" però, se veramente pentiti, il Signore ci restituisce la brillantezza di sempre in modo da poter brillare nuovamente e divenire, così, un faro di luce non solo per noi stessi, ma anche e soprattutto per chi ci sta accanto. Dopo questo segno i bambini si sono recati dai sacerdoti per la loro Prima Confessione.





Momenti della Confessione insieme a Padre Pietro, Padre Angelo
e Padre Cosimo.





Subito dopo la Confessione,
ciascun bambino
ha appeso all'albero la stellina
ormai divenuta brillante
gettando in una tina la patina del peccato.

Successivamente tutte le patine,
sono state bruciate.






Momento del "Padre Nostro"

Tutti i bambini insieme
al Parroco e alle loro catechiste,
si sono disposti in cerchio e
prendendosi per mano hanno
cantato la preghiera del
"Padre Nostro"






Pergamena e ricordino





La Scenografia del "Piccolo Pricipe"





A sinistra la fotografia di tutti i bambini insieme al parroco e le loro catechiste. In alto, invece, il "Ringraziamento al Signore" da parte di un genitore: "Signore Gesù, oggi come nel giorno del Battesimo, portiamo a Te i nostri figli che per la prima volta celebrano il Sacramento del Perdono del Padre. Accogli con tenerezza e amore questi bambini, dona loro la forza del Tuo Spirito, perchè la limpida gioia di questo primo incontro con la Tua misericordia si trasformi in impegno di accoglienza e di pace verso tutti".






... e subito dopo la celebrazione del Sacramento,
la nostra bellissima festa
e la nostra bellissima torta!!!

Tantissimi auguri ai nostri
ventitrè bambini!

Si ringraziano di cuore tutti coloro
che hanno contribuito alla
realizzazione di questa bellissima
celebrazione.




SANTA PASQUA
Domenica 21 Aprile 2019

*****

La Pasqua è l’evento che ha portato la novità radicale per ogni essere umano, per la storia e per il mondo: è trionfo della vita sulla morte; è festa di risveglio e di rigenerazione. Cristo è risorto! E noi abbiamo la possibilità di aprirci e ricevere il suo dono di speranza. Apriamoci alla speranza e mettiamoci in cammino; la memoria delle sue opere e delle sue parole sia luce sfolgorante, che orienta i nostri passi nella fiducia, verso quella Pasqua che non avrà fine.
Gesù Insegnaci che la Croce è via alla Risurrezione. Insegnaci che il Venerdì Santo è strada verso la Pasqua della luce; insegnaci che Dio non dimentica mai nessuno dei suoi figli e non si stanca mai di perdonarci e di abbracciarci con la sua infinita misericordia. Ma insegnaci anche a non stancarci mai di chiedere perdono e di credere nella misericordia senza limiti del Padre.
Non si può vivere la Pasqua senza entrare nel mistero. Per entrare nel mistero ci vuole umiltà. Ecco che cos’è la Pasqua: è l’esodo, il passaggio dell’uomo dalla schiavitù del peccato, del male alla libertà dell’amore, del bene. Perché Dio è vita, solo vita, e la sua gloria siamo noi: l’uomo vivente.
cPapa Francesco

Auguri per una Serena e Santa Pasqua di Resurrezione!!! Alleluia






 

Siamo arrivati al giorno della
Santa Pasqua e il nostro cammino iniziato la Prima Domenica
di Quaresima è davvero finito!


Questo cammino, per il nostro amico Pietro, è finito nel modo
migliore che mai potesse desiderare!


Ha incontrato Gesù, vivo,
in tutto il Suo splendore, dopo la Sua
Resurrezione!!!






Non abbiate paura!
So che cercate Gesù, il crocifisso!
Non è qui, è Risorto!!!

Alleluia!!!




VENERDI' SANTO
Anno 2019

*****

PREGHIERA DEL VENERDI' SANTO
(Romano Guardini)

Dio Redentore, eccoci alle porte della fede, eccoci alle porte della morte, eccoci di fronte all’albero della croce.
Solo Maria resta in piedi
nell’ora voluta dal Padre,
nell’ora della fede.

Tutto è compiuto,ma, allo sguardo umano,la sconfitta sembra completa.
Sul ruvido legno della croce,
tu fondi la chiesa:
affidi Giovanni come figlio
a tua madre, e tua madre,
da questo momento
entra nella casa di Giovanni.

Tutto è compiuto. Tu hai dato la vita,
apri il nostro cuore a questo
dono totale.
Sul legno hai elevato tutto a te.

O Signore,
disceso dalla croce raggiungi
l’uomo in lacrime,
per dirgli che l’hai amato fino in fondo.




ALTARE DELLA REPOSIZIONE
Anno 2019

*****

Presso l'Altare della Reposizione è rappresentata una strada che conduce ad un monte: a "Cristo", sulla cui strada hanno camminato i discepoli di tutti i tempi come viandanti e pellegrini alla ricerca di un senso, di un progetto, della loro "Vocazione".

Trovarti! Là, racchiuso nel tabernacolo, desidero trovarti, o Signore che amo. Nascondendoti ai miei occhi, tu obblighi l'anima mia a cercarti. Ma a coloro che ti cercano, tu hai promesso che ti avrebbero trovato. A coloro che bussano alla tua porta, hai affermato che avresti aperto. Spalanca dunque la porta del Tuo tabernacolo e più ancora la porta del Tuo cuore; perchè non voglio accostarmi a te soltando dal di fuori, ma penetrare nell'intimo più che mi è possibile. Voglio trovarti in tutta la ricchezza della Tua divinità, in tutta la pienezza del Tuo amore. Introducimi nel Tuo mistero, immergimi nell'abisso della Tua infinità. Voglio trovare in Te il mio Dio, l'infinito al quale tutto il mio essere anela. Voglio trovare in Te il mio Diletto, colui che mi ha chiamato a dargli tutto, Aiutami a trovarti sempre più e a non perdere mai quello che ho trovato!














GIOVEDI' SANTO
Messa in "Coena Domini" con Rito della "Lavanda dei Piedi"

*****

In questa solenne celebrazione liturgica del Giovedì Santo in cui nostro Signore Gesù Cristo istituì l'Eucarestia e anche il Sacerdozio, abbiamo partecipato alla Santa Messa Concelebrata dal Superiore Padre Angelo e dal Parroco Padre Pietro. Abbiamo rievocato il toccante momento della Lavanda dei piedi da parte di Gesù verso i suoi discepoli... Gesù umilmente si mette al "Servizio" di noi uomini, "Servizio" che noi dovremmo avere l' uno verso l'altro. Papa Francesco, nella sua omelia ai carcerati di Velletri, ha spiegato così: “Sapendo Gesù che il Padre aveva dato tutto nelle sue mani, incomincia a fare questo gesto del lavare i piedi, un gesto che facevano gli schiavi”. “A quel tempo non c’era l’asfalto nelle strade, e quando qualcuno arrivava in una casa aveva la polvere nei piedi, e c’erano gli schiavi che lavavano i piedi. Gesù fa un gesto da schiavo: Lui che aveva tutti i poteri, che era il Signore, fa un gesto da schiavo. E poi consiglia a tutti: fate voi questo gesto tra di voi, cioè servite l’uno all’altro, siate fratelli nel servizio, non con l’ambizione di chi domina l’altro. Servizio. Questa è la fratellanza, e la fratellanza è umile, sempre”.
I discepoli sono stati rappresentati dai nostri bambini più piccoli del catechismo. Alla fine della celebrazione liturigica, i Sacerdoti hanno riposto il Santissimo nel suggestivo Altare della Reposizione. Sono seguite preghiere al Santissimo! Alla fine del rito è stato consegnato alla gente presente il pane benedetto!











Momenti della Liturgia





Le Letture





Il Vangelo e l'omelia di Padre Angelo





La Lavanda dei Piedi






Viasualizza il Video della Celebrazione odierna





E' il Signore Gesù che si offre per noi!





La Preghiera del Padre Nostro

Tutti insieme, prendendoci per mano, abbiamo cantato la Preghiera del "Padre Nostro", preghiera dettata direttamente da Gesù a noi uomini!

Padre Nostro che sei nei cieli,
sia santificato il Tuo nome,
venga il Tuo regno,
sia fatta la Tua volontà,
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano
e rimetti a noi i nostri debiti,
come noi li rimettiamo ai nostri debitori
e non ci indurre a tentazione,
ma liberaci dal male.

Amen!






 
In preghiera davanti al
Santissimo Sacramento:

Sia Lodato e Ringraziato
in ogni momento,
il Santissimo e
Divinissimo Sacramento.



DOMENICA DELLE PALME
Domenica 14 Aprile 2019
*****

"Osanna al Figlio di Davide. Benedetto colui che viene nel nome del Signore: è il re d'Israele. Osanna nell'alto dei cieli. (Mt. 21,9)"!
In questa solennissima Domenica delle Palme abbiamo ripercorso spiritualmente l'ingresso di Gesù in Gerusalemme. E' un evento glorioso per Cristo acclamato "Re d'Israele", che viene nel nome del Signore. Ma la gloria e la regalità di Cristo sono solo preannunziate: si realizzeranno nella Passione e nella Croce.
Alle ore 10 ci siamo incontrati tutti nell'atrio della nostra Parrocchia per la benedizione delle palme; subito dopo, in processione, siamo entrati in chiesa per la celebrazione della Santa e Solenne Messa.






Benedizione delle Palme

 

Benedizione delle Palme
nell'atrio dei Padri Passionisti

 


Dio onnipotente ed eterno,che hai dato come modello agli uomini il Cristo tuo Figlio, nostro Salvatore, fatto uomo e umiliato fino alla morte di croce, fa' che abbiamo sempre presente il grande insegnamento della sua passione, per partecipare alla gloria della resurrezione!


 

Lettura della
"PASSIONE DI NOSTRO SIGNORE
GESU' CRISTO SECONDO LUCA"

L'Evangelista Luca mette in rilievo nel suo racconto della Passione l'amore del Padre per il suo Figlio e la bontà di Cristo per i suoi nemici. Sono i giorni che stanno al vertice della sua esistenza e danno senso a tutto il disegno di salvezza.






 


Preghiera dei Fedeli
letta da due ragazze di prima media:

"Sostieni, o Padre,
la nostra fede!"






PROFESSIONE DI FEDE

Il "Credo" recitato dai bambini di
seconda elementare



QUINTA DOMENICA DI QUARESIMA
... e giornata di spiritualità insieme alla Parrocchia San Valentiniano Vescovo di Banzano

Domenica 7 Aprile 2019
*****

Siamo ormai arrivati alla quinta domenica di Quaresima e il viaggio del nostro amico Pietro verso il Monte Tabor, pur continuando per qualche giorno ancora, sta volgendo al termine perchè presto arriverà alla meta prefissatasi. Come in tutte le domeniche di Quaresima, anche oggi, abbiamo aggiunto nello zainetto di Pietro un nuovo strumento necessario per amplificare la propria voce per farla arrivare in posti lontani: il "megafono". Il riferimento con il Vangelo di oggi, "la donna adultera", ci deve far riflettere sul giudizio e la condanna che spesso e gratuitamente rivolgiamo verso le altre persone, non vedendo i nostri di peccati: "Chi è senza peccato, scagli la prima pietra!"
La giornata odierna è stata una domenica più solenne e gioiosa del solito in quanto abbiamo avuto l'immenso piacere di ospitare nella nostra comunità di Manduria, i nostri amici della Parrocchia San Valentiniano Vescovo, di Banzano di Montoro (AV), insieme al loro Parroco Don Adriano D'Amore, insieme ai quali abbiamo trascorso una giornata improntata principalmente sulla preghiera comunitaria, ma anche sulla gioia dello stare insieme! Al mattino, dopo la colazione, abbiamo partecipato alla Santa Messa concelebrata da Don Adriano e Padre Pietro e nel pomeriggio, dopo aver condiviso il pranzo, tutti insieme ci siamo recati al Santuario della Madonna di Cotrino a Latiano (BR) per celebrare il Pio Eserczio della Via Crucis! Subito dopo abbiamo visitato lo stesso Santuario con annesso il Monastero dei Monaci Cistercensi e dopo i saluti, i nostri amici sono ripartiti per il loro paese, lasciandoci nel cuore la bellezza e la gioia dello stare insieme intorno al Signore vivendo insieme a Lui e per Lui, la fraterna amicizia dell' essere figli Suoi!








Rappresentazione di un bambino
di quinta elementare.






Santa Messa concelebrata da
Don Adriano e da Padre Pietro





L'Omelia di Padre Pietro,
la preghiera dei fedeli e l'offertorio







Momenti della Santa Messa






Fotografia di Padre Pietro (a sinistra)
e Don Adriano D'Amore,
Parrocco della Parrocchia
San Valentiniano Vescovo di Banzano
di Montoro (AV)






 





Pranzo insieme nel salone parrocchiale
dei Padri Passionisti di Manduria





La nostra bellissima torta preparata con affetto e tanta cura da Tiziana ed Antonella, simboleggiante il segno dell'infinito che racchiude i due stemmi parrocchiali posizionati all'interno di un solido recinto, il cui significato è la profonda amicizia che lega queste due Parrocchie che speriamo e preghiamo possa durare per sempre e il recinto che racchiude noi fedeli intorno ai nostri pastori che da sempre sono la nostra guida che ci conducono per mano verso l'Unico protagonista importante della nostra vita:

Nostro Signore Gesù Cristo






Via Crucis nel Santuario della Madonna
di Cotrino a Latiano (BR)





L'antica chiesa dedicata alla
Santa Vergine
nella quale è custodito
lo stupendo e antico ritratto della
Madonna con Gesù Bambino
tra le braccia





Don Adriano, Padre Pietro
e il Monaco Cistercense che ci ha
spiegato tutta la storia del Santuario



VIA CRUCIS PARROCCHIALE
Domenica 31 Marzo 2019

In questa quarta domenica di Quaresima, stupenda anche dal punto di vista metereologico, abbiamo rappresentato il pio esercizio della Via Crucis per le strade della nostra Parrocchia, Via Crucis intitolata: "Camminiamo con Gesù". Tutte le stazione della Via Crucis sono state suddivise in tre momenti: la proclamazione della Parola di Dio, la meditazione e la preghiera silenziosa. I testi utilizzati sono stati tratti liberamente dagli scritti: "Camminiamo con Gesù, stazioni della Via Crucis" di Henri J.M. Nouwen, presbitero, teologo e scrittore olandese. Abbiamo ripercorso la Via della Croce percorsa da Gesù, la via dell'umiliazione, dell'incomprensione e della morte, ma che è anche la Via della vita dell'umanità di sempre e in particolare la strada che il Discepolo è chiamato a percorrere con il Suo Maestro, Gesù, come insegnano gli Atti degli Apostoli. E' la strada del servizio e della testimonianza che anche noi dobbiamo percorrere per tornare ad annunciare il Vangelo con la vita!




I Stazione
"Gesù è
condannato a morte"





II Stazione
"Gesù è caricato della Croce"



III Stazione
"Gesù cade per la prima volta"





IV Stazione
"Gesù incontra sua madre"



V Stazione
"Simone aiuta Gesù a portare la Croce"





VI Stazione
"Gesù incontra la Veronica"



VII Stazione
"Gesù cade la seconda volta"





VIII Stazione
"Gesù incontra le donne di Gerusalemme"



IX Stazione
"Gesù cade per la terza volta"





X Stazione
"Gesù è spogliato delle sue vesti"



XI Stazione
"Gesù è inchiodato alla Croce"




XII Stazione
"Gesù muore in Croce"



XIII Stazione
"Gesù è deposto dalla Croce"





XIV Stazione
"Gesù è deposto nel sepolcro"



XV Stazione
"Gesù risorge da morte"






P R E G H I E R Av F I N A L E

Signore Gesù,
sei già stato condannato una volta, e lo sei ancora.
Hai portato la croce una volta, e la porti ancora.
Sei già morto una volta, e continui a morire.
Sei risorto dai morti una volta, e continui a risorgere.

Io ti guardo, e tu mi apri gli occhi ai tanti modi in cui la
tua passione, morte e risurrezione si ripetono
ogni giorno in mezzo a noi.

Man mano che entro più profondamente nella vita dei
miei fratelli, piena di dolore, ma anche di speranza,
entro anche più profondamente nel Tuo cuore.

E poichè la Tua passione, morte e risurrezione
continuano nella storia, dammi la speranza,
il coraggio e la fiducia di lasciare che il Tuo cuore
unisca anche il mio cuore a quello dei
tuoi fratelli che soffrono,
sì da diventare per noi sorgente di vita nuova.

Amen!




QUARTA DOMENICA DI QUARESIMA
Domenica 31 Marzo 2019
*****

Siamo ormai arrivati alla quarta domenica di Quaresima e il viaggio del nostro amico Pietro verso il Monte Tabor, continua. Anche oggi, lo zainetto del nostro amico, si è arricchito di un nuovo strumento necessario per coprirsi e riscaldarsi le mani dal freddo: i "guanti". Nella nostra vita, piena a volte di fallimenti, di incomprensioni, di problemi di salute, quella vita che alle volte ci sembra non valga la pena viverla perchè troppo difficile, cerchiamo di trovare quei "Guanti giusti" che ci diano riparo e conforto per affrontare tutte le situzioni più complicate... I nostri guanti sono "l'amore del Signore insieme alla Sua Misericordia", la stessa misericordia che ritroviamo proprio nel Vangelo della domenica odierna, in cui Gesù racconta la parabola dei due figli e del Padre misericordioso.

Un pensiero sul Vangelo odierno: “O Padre, che per mezzo del tuo Figlio operi mirabilmente la nostra redenzione”: è con questa preghiera che abbiamo aperto la liturgia di questa domenica. Il Vangelo ci annuncia una misericordia che è già avvenuta e ci invita a riceverla in fretta: “Vi supplichiamo in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con Dio”, dice san Paolo (2Cor 5,20).
Il padre non impedisce al suo secondogenito di allontanarsi da lui. Egli rispetta la sua libertà, che il figlio impiegherà per vivere una vita grigia e degradata. Ma mai si stanca di aspettare, fino al momento in cui potrà riabbracciarlo di nuovo, a casa.
Di fronte all’amore del padre, il peccato del figlio risalta maggiormente. La sofferenza e le privazioni sopportate dal figlio minore sono la conseguenza del suo desiderio di indipendenza e di autonomia, e di abbandono del padre. La nostalgia di una comunione perduta risveglia in lui un altro desiderio: riprendere il cammino del focolare familiare.
Questo desiderio del cuore, suscitato dalla grazia, è l’inizio della conversione che noi chiediamo di continuo a Dio. Siamo sempre sicuri dell’accoglienza del padre.
La figura del fratello maggiore ci ricorda che non ci comportiamo veramente da figli e figlie se non proviamo gli stessi sentimenti del padre. Il perdono passa per il riconoscimento del bisogno di essere costantemente accolti dal Padre. Solo così la Pasqua diventa per il cristiano una festa del perdono ricevuto e di vera fratellanza.








Rappresentazione di un bambino
di quarta elementare.






 








TERZA DOMENICA DI QUARESIMA
Domenica 24 Marzo 2019
*****

In questa terza domenica di Quaresima abbiamo continuato il nostro cammino intitolato :*7 Monti in 7 Settimane, attraverso i sensi*, che, ricordiamo, riguarda il viaggio di quaranta giorni del nostro amico Pietro verso il monte Tabor. Abbiamo scoperto un nuovo oggetto "la Borraccia", che è ormai entrata a far parte di quegli strumenti necessari per il viaggio del nostro amico Pietro. Come ben sappiamo, la borraccia, contiene un elemento indispensabile per la sopravvivenza umana: "l'acqua"... senza di essa infatti l'uomo non riuscirebbe a vivere! L'uomo però non ha bisogno solo di questo elemento per vivere.... Ha soprattutto bisogno del Signore, del Suo amore, della Sua misericordia, perchè senza di Lui, la vita umana sarebbe vuota e secca, proprio come l'albero di fico che abbiamo ritrovato nella parabola del fico secco, letta e meditata nel Vangelo di questa terza domenica.


 

Rappresentazione di una bambina
di terza elementare



 




SECONDA DOMENICA DI QUARESIMA
Domenica 17 Marzo 2019
*****

In questa seconda domenica di Quaresima abbiamo continuato il nostro cammino quaresimale intitolato :*7 Monti in 7 Settimane, attraverso i sensi*, che, ricordiamo, riguarda il viaggio di quaranta giorni del nostro amico Pietro verso il monte Tabor. Abbiamo scoperto due nuovi oggetti che ormai hanno arricchito lo zainetto del nostro viaggiatore: il binocolo, per guardare bene le cose lontane come se fossero vicine e il Vangelo, per leggere la Parola di Dio e metterla in pratica nella vita di ogni giorno.

Questa seconda domenica di Quaresima è stata per noi tutti della comunità parrocchiale, una domenica più bella e solenne del solito! La Santa Messa, infatti, è stata concelebrata da due sacerdoti: da Padre Pietro, il nostro parroco e da Padre Marino, novello e giovanissimo sacerdote passionista, che per la prima volta, oggi, ha celebrato la santa messa qui da noi a Manduria! E' stato bellissimo riaverlo tra noi anche solo per una giornata... lo conoscevamo studente, ora lo ritroviamo, dopo qualche anno, Sacerdote!!!
Per il nostro caro Padre Marino, con amore fraterno, continuiamo a pregare il Signore perchè, grazie alla Sua infinita misericordia, lo faccia diventare sempre di più "Strumento di pace, di amore e buon pastore di anime durante tutto il suo Ministero Sacerdotale!"; che possa brillare sempre di una propria luce sfolgorante, per essere guida sicura per tutte le persone che incontrerà durante il suo cammino di sacerdozio!
Auguri di cuore, Padre Marino!!!


 

Scenetta rappresentata da un
bambino di quinta elementare

 

Santa Messa concelebrata da
Padre Pietro e Padre Marino

 


 

Santa Messa concelebrata da
Padre Pietro e Padre Marino


A

U

G

U

R

I




SANTE QUARANTORE
Esposizione del Santissimo Sacramento (14-15 e 16 Marzo)
*****

Abbiamo vissuto tre intense giornate intorno al Santissimo Sacramento, le "Sante Quarantore", un tempo forte e di grazia in cui abbiamo la possibilità di restare soli accanto a Gesù Sacramentato, aprendoGli il nostro cuore e offrendoGli preghiere! Papa Francesco, in un suo discorso riguardo l'Adorazione Eucaristica ha detto così: " Non si conosce il Signore senza l'abitudine di adorarlo". Abbiamo fatto nostra questa bellissima constatazione del papa, facendola capire anche ai più piccoli. Sabato pomeriggio, infatti, insieme a tutti i bambini delle varie classi di catechismo, abbiamo vissuto un intenso momento di preghiera accanto al Santissimo Sacramento. Abbiamo recitato insieme tante preghiere, cantato Inni di Lode al Signore e poi, una bambina, a nome di tutti, ha offerto l'incenso, simbolo delle nostre preghiere che si elevano a Dio.



 

 



PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA
Domenica 10 Marzo 2019

*****

In questa prima domenica di Quaresima abbiamo continuato il nostro cammino quaresimale intitolato :*7 Monti in 7 Settimane, attraverso i sensi*, che, ricordiamo, riguarda il viaggio di quaranta giorni del nostro amico Pietro verso il monte Tabor. In questa domenica, il nostro amico Pietro, durante il suo cammino, essendo scalzo ed affamato, ha sentito la tentazione di abbandonare tutto! Fino a quando, un'amica che aveva ormai finito il suo cammino, non gli ha regalato gli scarponi, per proteggere i suoi piedi lungo il tragitto e la pagnotta per colmare il suo bisogno di cibo. Questo cammino quaresimale, è in concomitanza con Il Vangelo della domenica; oggi, infatti, il Vangelo ci parlava delle "Tentazioni inflitte a Gesù da parte del diavolo, durante i quaranta giorni nel deserto". Nella vita le tentazioni sono tantissime!!! Ma se il Signore è presente nella nostra vita, queste tentazioni cattive possono essere distrutte!!!

Un pensiero sul Vangelo odierno: "La Quaresima si apre con il racconto delle tentazioni di Gesù. Poste alla soglia del suo ministero pubblico, esse sono in qualche modo l’anticipazione delle numerose contraddizioni che Gesù dovrà subire nel suo itinerario, fino all’ultima violenza della morte. In esse è rivelata l’autenticità dell’umanità di Cristo, che, in completa solidarietà con l’uomo, subisce tutte le tentazioni tramite le quali il Nemico cerca di distoglierlo dalla sua completa sottomissione al Padre. “Cristo tentato dal demonio! Ma in Cristo sei tu che sei tentato” (sant’Agostino).
In esse viene anticipata la vittoria finale di Cristo nella risurrezione. Cristo inaugura un cammino - che è l’itinerario di ogni essere umano - dove nessuno potrà impedire che il disegno di Dio si manifesti per tutti gli uomini: la sua volontà di riscattarlo, cioè di recuperare per l’uomo la sovranità della sua vita in un libero riconoscimento della sua dipendenza da Dio.
È nell’obbedienza a Dio che risiede la libertà dell’uomo. L’abbandono nelle mani del Padre - “Io vivo per il Padre” - è la fonte dell’unica e vera libertà, che consiste nel rifiutare di venire trattati in modo diverso da quello che siamo. Il potere di Dio la rende possibile. "


 


 


 




L A gP E N T O L A C C I A
Domenica 10 Marzo 2019

*****

 


 

 
I bambini si sono divertiti a rompere
la "pentolaccia"... e dopo...
tantissime caramelle per tutti!!!



T E M P Ov D I vQ U A R E S I M A
Mercoledì delle Ceneri

Rito per i bambini del catechismo

*****

Con il "Mercoledì delle Ceneri" abbiamo dato inizio al tempo Quaresimale.
"La "Quaresima" del Figlio di Dio è stata un entrare nel deserto del creato per farlo tornare ad essere quel giardino della comunione con Dio che era prima del peccato delle origini. La nostra Quaresima sia un ripercorrere lo stesso cammino, per portare la speranza di Cristo anche alla creazione (Papa Francesco, Messaggio per la Quaresima 2019).

Nella nostra parrocchia, insieme ai bambini del catechismo, abbiamo incominciato il nostro cammino quaresimale intitolato :*7 Monti in 7 Settimane, attraverso i sensi*, che riguarda il viaggio di quaranta giorni del nostro amico Pietro verso il monte Tabor. Pietro, durante questo lungo cammino, capirà tantissime cose, non solo su se stesso, ma anche sulle persone a lui vicine e soprattutto su Dio. Porterà con se' soltanto uno zaino vuoto, che riempirà di "Coraggio", un quaderno e una penna, che serviranno per annotare, ogni domenica, ciò che incontrerà e vedrà lungo la strada.
Dopo la "Rappresentazione" e l'omelia del Parroco, abbiamo vissuto il rito dell'Imposizione delle Ceneri ed infine, abbiamo scritto su un foglietto rosa, il nostro impegno quaresimale che poi abbiamo bruciato nell'atrio della Chiesa! Ogni bambino ha ricevuto inoltre un braccialetto di colore viola, simbolo della "Cordata" che, insieme, ci porterà al giorno di Pasqua, giorno di Resurrezione del Signore.


 

A sinistra la Rappresentazione
di un bambino di Quarta
Elementare.

Sopra, il nostro Parroco,
mentre spiega il percorso
quaresimale che vivremo
quest'anno:
"7 Monti in 7 settimane,
attraverso i sensi"


 


 

Rito "Imposizione delle Ceneri"


 

Preghiera e Impegno Quaresimale

 

Consegna del braccialetto

 

Il fuoco dei nostri "Impegni"




VEGLIONCINO DI CARNEVALE
Sabato 2 Marzo 2019
*****

 

La nostra festa di Carnevale...

le nostre bellissime e colorate mascherine...
i giochi e la divertente animazione...
e i nostri tantissimi dolci!!!!!



 

 







F E S T Ag D Ig S A N cG A B R I E L E cD E L L' A D D O R A T A
27 Febbraio 2019
*****

Oggi, alle ore 17.30, ci siamo ritrovati tutti quanti in chiesa per celebrare la solenne Liturgia Eucaristica in onore di San Gabriele dell'Addolorata, il giovane e grande Santo Passionista. Vi riportiamo, in breve, la sua storia: San Gabriele fu conosciuto nel mondo come Francesco Possenti, figlio di un professionista di rispettata famiglia. Francesco è cresciuto, vivendo la vita di un tipico adolescente, amava la danza , la caccia e le ragazze, ma sentiva che nella sua vita mancava ancora qualcosa. Si rivolse a Gesù e alla sua Madre Addolorata e sentì interiormente la chiamata alla vita religiosa Passionista. Come Passionista è cresciuto di giorno in giorno nell’ amore di Nostro Signore e di Maria, da lui venerata sotto il titolo di Addolorata , bruciando le tappe della santità e raggiundo in poco tempo la perfezione della virtù cristiana. Morì di tubercolosi alla giovane età di 24 anni. San Gabriele che così rapidamente da una vita mondana conformò indissolubilmente la sua vita alla Passione di Nostro Signore, ci mostra che chiunque, con un pizzico di coraggio, può aspirare alle più alte vette della santità.
In chiesa erano presenti tantissimi bambini del catechismo per rendere onore e gloria a questo grande Santo, protettore dei giovani e degli studenti. Come da tradizione, alla fine della messa, il nostro Parroco ha benedetto gli zainetti e le penne dei bambini, portati per l'occasione e ha consegnato a tutti i presenti il ricordino del Santo stesso.









Momento della
Celebrazione della
Santa Messa e
omelia del Parroco
tra i bambini






 
Preghiera a San Gabriele
letta da una bambina
di terza classe.





Benedizione degli zainetti
e delle penne












Momento di festa

Preghiera a San Gabriele

O Signore, che hai insegnato
a San Gabriele dell'Addolorata
a meditare assiduamente
i dolori della tua dolcissima
Madre e per mezzo di Lei
lo hai elevato alle vette più alte
della Santità, concedi a noi,
per la sua intercessione e
il suo esempio, di vivere tanto
uniti alla tua Madre Addolorata
da goderne sempre la materna
protezione. Tu sei Dio, e vivi
e regni con Dio Padre,
nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
Amen.

San Gabriele dell'Addolorata... Prega per noi!!!




S A N cG A B R I E L E cD E L L' A D D O R A T A
TRIDUO IN SUO ONORE (24-25 e 26 Febbraio)

La nostra bellissima statua di San Gabriele, protettore di tutti gli studenti.
*****

PREGHIERA A SAN GABRIELE

O angelico giovane Gabriele, che con l'ardente vostro amore a Gesù Crocifisso, e con la tenera compassione alla Vergine Madre Addolorata, vi rendeste in terra specchio d'innocenza ed esemplare di ogni virtù; a voi ci rivolgiamo pieni di fiducia implorando il vostro soccorso. Deh! mirate quanti mali ci affliggono, quanti pericoli ci circondano, e come da ogni parte si tendono insidie alla gioventù in singolar modo, per farle perdere la fede ed i costumi. Voi, che viveste sempre vita di fede, ed anche fra gl'incettivi del secolo vi manteneste puro ed illibato; volgete sopra di noi uno sguardo pietoso, ed aiutateci. Le grazie da voi concesse continuamente ai fedeli, che v'invocano, sono tante, che noi non possiamo nè vogliamo dubitare dell'efficacia del vostro patrocinio.
Otteneteci finalmente da Gesù Crocifisso e da Maria Addolorata, rassegnazione e pace; affinchè vivendo costantemente da buoni cristiani in tutte le vicende della vita presente, possiamo un giorno essere con voi felici nella patria celeste.


Così sia.




41° FG I O R N A T ADN A Z I O N A L E VP E R FL A FV I T A:
"E' vita, è futuro"

Domenica 3 Febbraio 2019

La prima domenica del mese di Febbraio si festeggia ormai da 41 anni, la "Festa della Giornata della Vita", ricorrenza fortemente voluta e fondata da Papa Giovanni Paolo II per ringraziare il Signore del "dono della vita" stessa che, come tale, deve essere custodita e salvaguardata. Questa mattina alle ore 10.30, come tutte le domeniche, ci siamo riuniti in parrocchia per partecipare alla Celebrazione della santa Messa; sull'altare però, abbiamo trovato qualcosa di diverso... un grandissimo arcobaleno composto da 200 palloncini colorati, con sotto un simbolico poster raffigurante "l'albero della vita con le diverse generazioni". Subito dopo la celebrazione della Messa, abbiamo assistito ad una piccola rappresentazione i cui protagonisti erano proprio le diverse generazioni di una stessa famiglia: i nonni con i loro figli e con il loro nipotino. Insieme si sono seduti su una panchina posta, per l'occasione, al centro della chiesa e sempre insieme hanno visto proiettato su uno schermo, il video della canzone "A modo tuo" della cantante Elisa. Un bellissimo messaggio quello della canzone, fatto ad hoc per questa giornata: "La vita che nasce, la vita che è dono, la vita che è famiglia, la vita che è il nostro futuro!!!"






E' vita, è futuro nella famiglia!

Questa è l'eredità,
il germoglio che possiamo
lasciare alle nuove
generazioni.

Costruiamo oggi, una solidale
alleanza tra le generazioni.

Il cristiano guarda alla realtà
futura, quella di Dio,
per vivere la vita con i piedi
ben piantati per terra.

La vita fragile
si genera con un abbraccio.

Il futuro inizia oggi con i
nostri figli e nelle loro scelte.

Questo è il compito della
nostra generazione.






 





 

Visualizza qui il video
della giornata di oggi







"Ecco, io faccio una cosa nuova:
proprio ora germoglia, non ve ne accorgete? Aprirò anche nel deserto una strada, immetterò fiumi nella steppa»"
vvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvgggggvv(Is. 43,19)

L’annuncio di Isaia al popolo testimonia una speranza affidabile nel domani di ogni donna e ogni uomo, che ha radici di certezza nel presente, in quello che possiamo riconoscere dell’opera sorgiva di Dio, in ciascun essere umano e in ciascuna famiglia.
È vita, è futuro nella famiglia! L’esistenza è il dono più prezioso fatto all’uomo, attraverso il quale siamo chiamati a partecipare al soffio vitale di Dio nel figlio suo Gesù.
Questa è l’eredità, il germoglio, che possiamo lasciare alle nuove generazioni: «facciano del bene, si arricchiscano di opere buone, siano pronti a dare e a condividere: così si metteranno da parte un buon capitale per il futuro, per acquistarsi la vita vera»









E P I F A N I A G2 0 1 9
L'ARRIVO DEI RE MAGI

Domenica 6 Gennaio 2019

Oggi, festa dell’Epifania del Signore, il Vangelo (cfr Mt 2,1-12) ci presenta tre atteggiamenti con i quali è stata accolta la venuta di Cristo Gesù e la sua manifestazione al mondo. Il primo atteggiamento: ricerca, ricerca premurosa; il secondo: indifferenza; il terzo: paura.
Ricerca premurosa: i Magi non esitano a mettersi in cammino per cercare il Messia. Giunti a Gerusalemme chiedono: «Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo» (v. 2). Hanno fatto un lungo viaggio e adesso con grande premura cercano di individuare dove si possa trovare il Re neonato. A Gerusalemme si rivolgono al re Erode, il quale chiede ai sommi sacerdoti e agli scribi di informarsi sul luogo in cui doveva nascere il Messia.
A questa ricerca premurosa dei Magi, si contrappone il secondo atteggiamento: l’indifferenza dei sommi sacerdoti e degli scribi. Erano molto comodi questi. Essi conoscono le Scritture e sono in grado di dare la risposta giusta sul luogo della nascita: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta» (v. 5); sanno, ma non si scomodano per andare a trovare il Messia. E Betlemme è a pochi chilometri, ma loro non si muovono.
Ancora più negativo è il terzo atteggiamento, quello di Erode: la paura. Lui ha paura che quel Bambino gli tolga il potere. Chiama i Magi e si fa dire quando era apparsa loro la stella, e li invia a Betlemme dicendo: «Andate e informatevi […] sul bambino e, quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch’io venga ad adorarlo”» (vv. 7-8). In realtà, Erode non voleva andare ad adorare Gesù; Erode vuole sapere dove si trova il bambino non per adorarlo, ma per eliminarlo, perché lo considera un rivale. E guardate bene: la paura porta sempre all’ipocrisia. Gli ipocriti sono così perché hanno paura nel cuore.
Questi sono i tre atteggiamenti che troviamo nel Vangelo: ricerca premurosa dei Magi, indifferenza dei sommi sacerdoti, degli scribi di quelli che conoscevano la teologia; e paura, di Erode. E anche noi possiamo pensare e scegliere: quale dei tre assumere. Io voglio andare con premura da Gesù? “Ma a me Gesù non dice nulla… sto tranquillo…”. Oppure ho paura di Gesù e nel mio cuore vorrei farlo fuori?
L’egoismo può indurre a considerare la venuta di Gesù nella propria vita come una minaccia. Allora si cerca di sopprimere o di far tacere il messaggio di Gesù. Quando si seguono le ambizioni umane, le prospettive più comode, le inclinazioni del male, Gesù viene avvertito come un ostacolo.
D’altra parte, è sempre presente anche la tentazione dell’indifferenza. Pur sapendo che Gesù è il Salvatore – nostro, di noi tutti -, si preferisce vivere come se non lo fosse: invece di comportarsi in coerenza alla propria fede cristiana, si seguono i principi del mondo, che inducono a soddisfare le inclinazioni alla prepotenza, alla sete di potere, alle ricchezze.
Siamo invece chiamati a seguire l’esempio dei Magi: essere premurosi nella ricerca, pronti a scomodarci per incontrare Gesù nella nostra vita. Ricercarlo per adorarlo, per riconoscere che Lui è il nostro Signore, Colui che indica la vera via da seguire. Se abbiamo questo atteggiamento, Gesù realmente ci salva, e noi possiamo vivere una vita bella, possiamo crescere nella fede, nella speranza, nella carità verso Dio e verso i nostri fratelli.
Papa Francesco nell'Angelus del 6 Gennaio 2018



















E... dopo la Celebrazione Eucaristica,
tantissime caramelle
e cioccolate per tutti
i bambini presenti!!!







  Parrocchia San Paolo della Croce
 
 
   
V.le Mancini n. 7
74024 Manduria (TA)
099 9739071
info@passionistimanduria.com



 



 

Il Parroco:
Padre Pietro Ludovico Conenna Passionista




 
Il catechismo si svolge il sabato pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 17.00 per tutte le classi.

Cantiamo insieme per il Signore (Preparazione canti per liturgie, feste parrocchiali e intrattenimento): dalle ore 17.00 alle ore 17.30

Gruppo Giovanissimi (ragazzi post cresima) dalle ore 16.00 alle ore 18.00
Orario Sante Messe

 

Giorni Feriali: ore 7.15;
ore 17.30 (Orario Solare - ore 17.00 Santo Rosario)
ore 18.30 (Orario Legale - ore 18.00 Santo Rosario)

Giorni Festivi: ore 7.30;
ore 10.30 (Messa del Fanciullo);
ore 17.30 (Orario Solare - ore 17.00 Santo Rosario)
ore 18.30 (Orario Legale - ore 18.00 Santo Rosario)

















"Fate le cose con grande pace, senza fretta e amando Dio."
San Paolo della Croce