Parrocchia San Paolo della Croce


"Guardate il prossimo nel Costato di Gesù:
così l’amerete con amor puro e santo"
San Paolo della Croce
 
Manduria
 



IL NOSTRO VESCOVO

Biografia
S.E. Mons. Vincenzo Pisanello è nato a Galatina (arcidiocesi di Otranto e provincia di Lecce), il 3 maggio 1959.
Ha ottenuto la maturità scientifica presso il Liceo di Galatina. Alunno del Pontificio Seminario Romano Maggiore (1978), ha frequentato l’Università Gregoriana e presso l’Università Lateranense ha conseguito il Dottorato in Utroque iure.

È stato ordinato sacerdote il 23 giugno 1984 da S.E. Mons. Vincenzo Franco.
Negli anni del suo ministero presbiterale ha svolto i seguenti incarichi: Animatore vocazionale presso il Pontificio Seminario Romano Maggiore dal 1984 al 1987; Vicario Parrocchiale in Galatina dal 1987 al 1992; Parroco della Parrocchia di San Rocco in Galatina dal 1992 al 2008. Dal 1987 è stato Economo diocesano, Rettore della Chiesa “Madonna del Carmine” in Galatina dal 1990, dal 2004 Vicario Giudiziale e, dal 2008, Parroco della Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo Apostoli, in Galatina.
Inoltre è stato: Membro del Consiglio per gli Affari Economici diocesano, del Consiglio Episcopale, del Consiglio Presbiterale, del Consiglio Pastorale diocesano; Vicario Episcopale per l’attività amministrativa; Direttore del Servizio per l’edilizia di culto; Docente di Diritto Canonico presso l’Istituto diocesano di Scienze Religiose; Presidente del Collegio Revisori dei conti del Pontificio Seminario Regionale “Pio XI” di Molfetta.

E’ stato eletto alla sede vescovile di Oria il 23 gennaio 2010 ed ordinato Vescovo l’8 aprile 2010, presso la Cattedrale di Otranto. Ha fatto il suo ingresso ufficiale nella Diocesi di Oria il 24 aprile 2010.

Dal gennaio 2013 è Presidente del Consiglio per gli affari giuridici della Conferenza Episcopale Italiana.
E' inoltre membro della Commissione Episcopale per il Pontificio Seminario Regionale Pugliese "Pio XI", come commissario per l'amministrazione, e membro del consiglio di amministrazione della Facoltà Teologica Pugliese.
E' Commissario Apostolico con nomina della Santa Sede del settembre 2015 delle Congregazioni delle Ancelle della Divina Provvidenza di Bisceglie (BT) e delle Suore Discepole del Buon Pastore di Manduria (TA).



LETTERA ALLA DIOCESI DI ORIA PER L'ANNO PASTORALE 2019-2020
"ChiAmati per ChiAmare"


Uno sguardo. Tutto comincia con uno sguardo. Una relazione d’affetto tra un uomo e una donna inizia da uno sguardo, dal porre la propria attenzione all’altro, dall’accondiscendere il desiderio che lo sguardo ha suscitato al proprio cuore. Ed è proprio lo sguardo che continua a incrociarsi sino a che non scocca l’occasione dell’incontro: “Tu mi hai rapito il cuore, sorella mia, mia sposa, tu mi hai rapito il cuore con un solo tuo sguardo” dice lo Sposo alla Sposa nel Cantico dei Cantici (4, 9). Attraverso lo sguardo si porta in se stessi l’immagine e la realtà dell’altro. E quando nascono i problemi è sempre lo sguardo che li rivela: si abbassa lo sguardo, non si ha il coraggio di guardare in faccia, l’attenzione della propria persona, guidata dallo sguardo, si rivolge altrove. Anche il desiderio di un oggetto nasce dallo sguardo. Pensate a quanto tempo passino l’uomo e la donna dinanzi alle vetrine, quelle reali e quelle virtuali. Attraverso lo sguardo nasce il desiderio di un oggetto; sempre con lo sguardo si percepisce il bisogno di qualcosa.
Con lo sguardo si può esercitare la virtù del consiglio: non diciamo, forse, a chi ci chiede un consiglio “Fammi dare uno sguardo?” alla realtà sulla quale dare il proprio parere? Lo sguardo ci fa innamorare delle cose belle e ci fa respingere quelle brutte. […]

Scarica la versione integrale in formato PDF





  Parrocchia San Paolo della Croce
 
Parrocchia San Paolo della Croce - Manduria

   
V.le Mancini n. 7
74024 Manduria (TA)
099 9739071
info@passionistimanduria.com

 

 

Il Parroco:
Padre Pietro Ludovico Conenna Passionista
parroco@passionistimanduria.com


 


 

Orario Sante Messe

Calendario Parrocchiale


Catechismo


    "Un granellino di superbia basta a rovinare una montagna di santità."
San Paolo della Croce